La fortuna dei Primitivi a Firenze

Artrotter's Blog

Il curatore Angelo Tartuferi nella sua introduzione al catalogo della Mostra dichiara che questa si pone “ come l’ esatto contrario delle tanto vituperate mostre Blockbuster “ infatti è fondata sulle ricerche che in in ambito storico-artistico si sono sviluppate sulla nascita del collezionismo dei cosiddetti “ Primitivi” e che finora non era stato oggetto di una esposizione dedicata al più vasto pubblico. Peraltro il titolo dell’esposizione riprende quello del libro di Giovanni Previtali “La fortuna dei Primitivi: Dal Vasari ai Neoclassici”, pubblicato cinquanta anni fa, che ricostruiva il contesto nel quale fra Sette e Ottocento rinasceva l’interesse , anche collezionistico, verso quelle opere e gli artisti definiti “Primitivi” che nello schema storiografico del Vasari avevano preceduto Michelangelo, Raffaello ed i grandi maestri loro contemporanei.
I collezionisti rappresentati in mostra sono quarantadue e rappresentano una sorta di pionieri che si dedicarono alla raccolta di opere appartenenti al Medioevo ed al…

View original post 748 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s